Chi guida l’Europa in Cina?

Chi guida l’Europa in Cina?

Si è parlato molto questa settimana della ‘missione cinese’ del Ministro degli Esteri Luigi di Maio.

Oltre alla visita italiana al Primo Ministro Cinese Xi Jinping, ci sono stati altri rappresentanti europei in visita a Pechino in questi giorni. L’occasione dunque è buona per fare il punto sull’interscambio commerciale tra Cina e Europa e sui leader Europei in questa partita. Cosa sappiamo a riguardo?

  • Il Presidente Francese Macron ha appena siglato un accordo commerciale da 15 miliardi di Euro con la Cina; tale accordo prevede la vendita di carne, vino e jets da parte di produttori francesi;
  • Per rendere l’idea dell’ammontare di questo accordo, e’ sufficiente pensare che nel 2017 la Cina ha importato dall’Italia beni e servizi per circa 20 miliardi di dollari (19 miliardi di euro);
  • Nello stesso anno, la Germania ha esportato in Cina valore per 97 miliardi di dollari (95 miliardi di Euro), rafforzando in questo modo il proprio ruolo di paese leader nell’esportazioni in Cina.

E dove viene assorbito invece in Europa il Made in China?

  • La Germania nel 2017 era il primo paese importatore con circa 71 miliardi di dollari di beni e servizi importati (circa 69 miliardi di euro);
  • L’Italia e’ il secondo paese per importazioni dalla Cina con circa 29 miliardi di dollari assorbiti (28 miliardi di euro). Il volume delle importazioni rende dunque la bilancia commerciale italiana con la Cina negativa, seppur di ‘solamente’ 9 miliardi di euro;
  • L’ammontare del valore generato in Cina e importato in Francia è simile a quello italiano (28 miliardi di dollari, equivalenti a circa 27 miliardi di euro).