WEF | World Economic Forum 2019 Che cosa abbiamo imparato?

WEF | World Economic Forum 2019 Che cosa abbiamo imparato?

I settori portanti del Made in Italy sono tradizionalmente quattro e vengono comunemente classificati come le “4 A” della produzione industriale italiana.

Per peso economico e impatto occupazionale, infatti, le industrie dell’Agroalimentare (inclusi i vini), dell’Arredamento, dell’Abbigliamento e dell’Automazione (inclusa la meccanica) hanno rappresentato e rappresentano ancor oggi le principali leve competitive dell’industria italiana tout court.

Negli ultimi anni, tuttavia, la crescita del settore farmaceutico italiano ha aggiunto un nuovo asset al comparto del Made in Italy, facendo luce su un trend economico di straordinaria importanza.

Nel 2017, per la prima volta, il settore farmaceutico italiano ha ottenuto il primato per valore di produzione in Europa, superando la storica leadership tedesca.

Con una produzione pari a 31.2 miliardi di euro (di cui 24.8 miliardi destinati all’export), l’industria farmaceutica italiana ha completato in questo modo un percorso di crescita avviato ad inizio degli anni ’90 quando le esportazioni valevano l’equivalente di 1.3 miliardi di euro.

Per avere un’idea dell’attuale importanza del settore farmaceutico italiano, è sufficiente pensare che la produzione dell’industria del vino italiana, uno dei settori cardine del Made in Italy, vale attualmente circa 11.3 miliardi.
È interessante inoltre notare come anche il settore farmaceutico segue per molti versi le tradizioni della migliore industria italiana, come la flessibilità produttiva e la dimensione media delle principali imprese di riferimento.

Nonostante non manchino le multinazionali (si pensi a Zambon), i campioni italiani della farmaceutica italiana sono imprese che tipicamente lavorano di concerto con grandi player globali, spesso generando innovazione per conto dei propri clienti internazionali.

Infine, vale la pena ricordare che sono oggi più di 60.000 gli addetti impegnati quotidianamente nello sviluppo e produzione di farmaci in Italia, la maggior parte dei quali si distingue per un elevato profilo educativo e specializzazione professionale.