Mind the Change. Capire il cambiamento per progettare il business del futuro

Mind the Change. Capire il cambiamento per progettare il business del futuro

Mind the change_lettureconsigliate_fabbricaperleccellenzaMind the Change. Capire il cambiamento per progettare il business del futuro

di A. Baban, A. Mattiello e A. Cirrincione
Guerini NEXT, 2017.

Quante volte abbiamo sentito dire che il momento storico in cui viviamo impone un cambiamento di mentalità? Eppure, per cambiare forma mentis occorre prima intendere il cambiamento in cui siamo immersi. Mind the Change lancia al lettore questa sfida. Se la trasformazione in atto è facile da riconoscere nell’evoluzione tecnologica, più difficile risulta interpretarla nelle abitudini di acquisto e di consumo, con il conseguente rischio di un approccio tecnologico nuovo poggiato su modelli di business vecchi. Bisogna dunque imparare a leggere il presente ed essere disponibili ad uscire dalla propria zona di comfort.

Il grande futurologo del secolo scorso, Alvin Toffler, identificava gli analfabeti del futuro, cioè noi, con le persone incapaci di disimparare vecchie e consolidate acquisizioni per lasciare posto a nuovi modelli di conoscenza. Laddove disapprendere non significa dimenticare, ma scegliere un riferimento conoscitivo più efficace. Il libro si articola in due parti – Unlearn e Relearn –, che hanno il duplice obiettivo di interpretare il mutamento del sistema competitivo anche alla luce dell’evoluzione tecnologica e fornire, allo stesso tempo, strumenti per ridisegnare i modelli di creazione del valore e l’approccio al mercato, non più concepito come un “campo di battaglia”, bensì come il luogo in valori come contaminazione, collaborazione e condivisione possono incidere positivamente sulle dinamiche di business.