Umano poco umano. Riflessioni su moneta, finanza e macrousura

Umano poco umano. Riflessioni su moneta, finanza e macrousura

FxE_umano poco umanoUmano poco umano. Riflessioni su moneta, finanza e macrousura

di F. Pezzani

Egea, 2017.

Investiti da una crisi di proporzioni gigantesche, abbiamo cercato di armarci al meglio per trovare soluzioni, ma troppo spesso cercando le cause nei posti sbagliati. L’eccessiva frammentazione culturale che caratterizza la nostra epoca a volte rischia di farci restare imprigionati nel piccolo, perdendo di vista l’insieme e così finiamo per ridurre la crisi alla sfera economica, senza renderci conto che si tratta innanzitutto di una crisi antropologica, cioè sociale e morale. Allo stesso modo, accade che nel confronto mediatico si parli dei mercati, soprattutto quelli finanziari, come se fossero soggetti autonomi, domandandosi come si comporteranno o come reagiranno – mentre sono le persone che «fanno i mercati, spingendoli verso gli obiettivi che vogliono perseguire». L’intento di queste pagine sembra coincidere con l’invito a riappropriarsi della propria responsabilità e di una visione più completa della persona.

Proprio ciò che contraddistingue ogni persona, allora – la libertà – diviene il fulcro della sfida che l’autore vuole lanciare: se «esistere significa “poter scegliere” (…); anzi essere possibilità», che cosa scegliamo per noi stessi e che possibilità vogliamo dare al mondo in cui viviamo?